La postura della bassa schiena

Quello di cui vorrei scrivere in questo breve articolo è la postura della bassa schiena durante il zhan zhuang. Il corretto posizionamento di questa parte del corpo è fondamentale per l’esecuzione dell’esercizio del bozzolo di seta, durante l’esecuzione della forma di taijiquan, durante quindi tutte le applicazioni marziali.

Provo innanzitutto a descrivere la sensazione che si deve cercare. Incominciamo dalla postura del ma-pu, o del cavaliere.

3mabu2

– Gambe divaricate di larghezza doppia rispetto alle proprie anche. Le ginocchia spingono lateralmente, anche se devono essere allineate alle punte dei piedi. Pertanto, a mio parere, i piedi non devono essere perfettamente paralleli, pena forzare l’articolazione delle ginocchia.
– Le anche si aprono. Per effettuare una giusta apertura delle stesse, il bacino deve fare due movimenti: innanzitutto deve compiere una retroversione, cioè spingere in avanti il pube. Il secondo movimento, secondo me fondamentale, è la spinta verso il basso del bacino.
– Il bilanciamento tra spinta verso il basso e in avanti, permette di tenere le gambe rilassate, permette una corretta respirazione diaframmatica senza sforzo, permette di allineare la schiena su una linea perfettamente verticale.

Quest’ultimo punto è fondamentale. Spesso, senza accorgermene, ho tenuto la schiena con il bacino troppo avanti: dunque la linea della colonna vertebrale era simile una “virgola” in avanti, con effetti malsani sull’equilibrio, che, per essere trovato forzava su schiena e ginocchia. Portare il bacino troppo avanti o troppo indietro è deleterio per i muscoli lombari. Nel primo caso si tengono allungati con il rischio di stiramenti durante i movimenti. Nel secondo caso si rischiano contratture, pertanto di effettuare una pratica per lo più nociva per la schiena.

In teoria, dopo un allenamento di taiji, la schiena deve sentirsi dritta e leggera, come se un filo ci tirasse per il punto Bai Hui sulla testa. Posso assicurare che la sensazione è molto piacevole: da un lato ci si sente molto energici fisicamente, dall’altro lato, quello emozionale, è come aver appena ricevuto una buona notizia. Uso spesso questa postura della schiena anche quando cammino per strada o quando sono seduto.

Esercizi che ho trovato molto utili sono:
– la postura seduto a gambe incrociate, tenendo ben dritta la schiena, tipica della meditazione. In questa posizione ho notato che si fortificano moltissimo gli addominali bassi e laterali, con beneficio della posizione della colonna vertebrale;
– il zhan zhuang, naturalmente, è l’esercizio principe per capire la postura corretta;
– infine eseguo spesso il tuei shou, o spinta con le mani, da solo davanti allo specchio: ciò mi permette di comprendere come deve girare il corpo in fase di parata e lo studio del movimento in fase di spinta, che però devo ancora capire bene.

Infine, questo è un video molto bello che spiega il movimento durante il bozzolo di seta. Particolare attenzione, secondo me, bisogna tenere sul movimento dell’anca e della schiena, che comandano su tutto il resto del corpo:

Annunci

6 risposte a “La postura della bassa schiena

  1. ciao Marco…. Buone Feste e grazie ancora per l’ennesimo articolo interessante che condivido anche se da karateka preferisco tenere i piedi paralleli e forzare come tu hai detto l’articolazione, ciò mi dà più stabilità e presa a terra (chiba dachi) ,anche il mio maestro dice sempre che non ci deve essere il vuoto nella zona lombare per una corretta postura la colonna deve essere allineata verticalmente e non curvare ,io di solito passo una mano dietro la schiena degli allievi per fargli comprendere che non ci deve essere vuoto.
    Un saluto dal nostro Dojo. ossss!

  2. Ciao KiuShinRiu, molto interessante il discorso sulla stabilità. La mia opinione è che sto compiendo un percorso, la Via del Chi appunto, pertanto il mio corpo e la mia mente stanno evolvendo (spero bene). Dunque anche le convinzioni e le sensazioni che ho durante la pratica cambiano con il passare del tempo. In questo momento, sento con maggior convinzione una postura con i piedi leggermente aperti. Non è detto che fra qualche anno senta il bisogno fisiologico di metterli esattamente paralleli. Ciò detto, al meno da parte mia, il blog è considerato un diario della propria pratica. Non intendo insegnare niente a nessuno (figuriamoci, sono solo un neofita!) ma solo appuntarmi le tappe del viaggio. Ti preciso che sono molto felice di leggere i commenti tuoi e degli altri praticanti che seguono il blog.
    Auguri di buone feste a te e a tutto il dojo!
    Vincenzo

    • Perdonami se ti ho chiamato Marco ,ho visto che ti sei firmato Vincenzo, c’e anche un Marco che forse scrive sul blog oppure era solo un commentatore che ti segue?
      Comunque credo che ognuno deve percorrere la propria strada seguendo c’ho che più sente, è l’incrocio di queste strade che percorriamo che ci fà crescere scambiandoci opinioni ed idee. continuate tutti a scrivere cose interessanti !!! buone feste!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...