Mani come pesci

Lo so: la postura del Tai Chi si chiama mani come nuvole, non ne ho inventata una nuova, tranquilli!
Voglio con questo post raccontare dell’allenamento di ieri sera.

11800

Verso la fine dell’ora di lezione, il maestro ci ha fatto eseguire la forma del Tai Chi. “Mi raccomando: bassi, lenti, con la respirazione diaframmatica, movimento continuo, non spezzettato!”. Così abbiamo eseguito l’intera forma, ognuno con il suo ritmo, in un quarto d’ora circa. Per l’occasione ci ha messo nello stereo una musica orientale che favoriva il perdersi nell’armonia della danza (il tai chi è anche chiamato la danza del guerriero).

Bello sudato alla fine della forma, aspettavo come al solito che i compagni di grado più elevato facessero la forma della sciabola, il Tao Fa, quando il maestro ci ha chiesto di rifare la forma insieme a lui e di provare a seguire il suo ritmo. Ci ha esortato inoltre a tenere energia nelle mani. Esse non devono essere molli e vuote. Bisogna avere la consapevolezza nelle mani. Sono loro che afferrano. E’ attraverso di loro che si ha il contatto con l’avversario.

Stessa musica di prima ma, cazzarola, è partito a mille! Si muoveva come un felino (dall’alto della sua età anagrafica…), le mani agili e veloci, erano come pesci. Nel senso che si muovevano sinuosamente, cambiavano direzione, afferravano ipotetici arti, chin’na e proiezione e via con la forma. I pesci non li puoi afferrare, scivolano, girano, scattano. Così erano le sue mani, come se vivessero di vita propria.

Ho provato a stargli dietro. Anche se le tecniche uscivano storte, se la mia postura non era esatta, gli sono stato dietro in quel vorticoso mulinare di braccia e gambe. Ad un certo punto, ho sentito una sorta di sinergia. I movimenti, a metà della forma sono cambiati. Erano in un certo senso più simili ai suoi, come in una sorta di empatia. La forma usciva dal corpo naturale, morbida e sostenuta come se muovessi dell’acqua con le mani in mezzo al mare. Sì, la sensazione era proprio di stare nell’acqua. In un mare tranquillo.

Devo dire che questa sensazione di coinvolgimento totale nella forma mi ha prodotto un tipo di gioia innata, mai provata prima. Alla fine della forma ero proprio contento. Erano spariti i problemi quotidiani dell’ufficio, dei clienti insoddisfatti o morosi ecc. Ero placido e contento.

So che esistono in psicologia degli studi sulle dinamiche di imitazione nel gruppo. E’ stata una sensazione forte come un goal quando lo stadio è pieno, quando ad un concerto il chitarrista prende quella nota lì, però più calma, tranquilla. E’ stata una comunione del Chi? Non lo so, però le parole del maestro a fine lezione sono state: “io quando pratico il tai chi mi perdo, entro in un altro mondo, la mia mente non esiste più”.

Ecco, per un po’ sono sparito nella forma.

Annunci

2 risposte a “Mani come pesci

  1. Un ottimo post Vince. Non si può che cercare anche noi quella “comunione” con il Chi, con un armonia che sembra non essere limitata al nostro interno ma ad un certo punto sembra essere connessa con un armonia più ampia. Le forme, a mio parere, quando vengono eseguite hanno 2 modi d’essere vissute. Quello Sportivo/Fisico e quello Spirituale/Meditativo. Forse tu hai sperimentato il secondo. Cosa ne pensi?

  2. Sì penso ci siano più modi di vivere quello che si fa e nel tempo se ne scoprono di nuovi. Nei primi due anni di Tai Chi cercavo molto di capire le posture e i passaggi da una postura e l’altra. Quindi tutta la mia concentrazione era sul movimento dei piedi. Poi ho iniziato a concentrarmi sul movimento interno, perciò eseguivo la forma ad uno stadio di rilassatezza totale per sentire il Chi scorrermi dentro. Nell’ultimo periodo la concentrazione è stata sul TanTien: dunque il bacino e l’anca sono stati il fulcro di tutto il mio movimento. Nell’ultima lezione ho in qualche modo “scoperto” le mani. Domani non so cosa scoprirò, quale aspetto vorrò approfondire che adesso non vedo. Spero in generale di raggiungere lo Zheng Li indicato dal M. Tokitsu, quel senso di interazione generale di tutto il mio essere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...