Sempai

Sempai (先輩 pron. [seɱ’pai]) è un termine della lingua giapponese che, in ambito prettamente scolastico, viene utilizzato per indicare lo studente più anziano. Viene usato anche in ambito lavorativo, sportivo o, in generale, all’interno di ogni tipo di gruppo organizzato. Descrive un rapporto personale (che può divenire anche molto stretto) che è presente in modo informale in tutte le forme organizzative e associative, club, aziende e scuole in Giappone.

Sempai

Sempai

Questa che riporto oggi è una riflessione che sicuramente in molti lettori di La Via del Chi avranno già fatto molte volte ma che io mi ritrovo a fare solo adesso dopo molti anni di pratica. Se siete dei lettori assidui o se semplicemente avete dato un occhio agli articoli avrete notato che la mia Via in questo periodo ha avuto un cambio di direzione dal Karate all’Aikido. Avendo praticato per lungo tempo karate dopo un certo periodo è stato inevitabile trovarmi sempre con compagni d’allenamento con una anzianità di pratica inferiore alla mia e quindi io ero sempre il sempai di qualcun’altro se non di tutti. Con l’Aikido invece mi trovo esattamente nella condizione opposta e cioè ad allenarmi con un gruppo che nei miei confronti è formato tutto da dei sempai.

Questo ovviamente mi da dei grandi vantaggi. Uno su tutti è il fatto che ciò che il maestro mi insegna e mi dice di praticare con un compagno di allenamento inevitabilmente mi viene ripetuto e corretto dai compagni. Questo davvero mi fa piacere perchè c’è quel senso di accoglienza e di crescita di gruppo che aiuta nell’armonia sia del proprio allenamento che, almeno credo, nel allenamento di tutto il gruppo. E’ ovvio poi che ci sono sempai più anziani di altri e quindi livelli i più disparati che mi permettono di incontrare sia la cintura nera che il kyu più basso che ha iniziato poche settimane prima di me. Questo mi da la possibilità di capire la progressione dello sviluppo che mi devo aspettare, almeno nella sua idea generale, perchè sicuramente la progressione è affetta anche dalle attitudini personali del praticante.

Annunci

4 risposte a “Sempai

  1. Io credo che per quanto avanziamo di grado, c’è sempre un Sempai per ognuno di noi, e non deve essere per forza nell’ambito delle arti marziali, ma nella vita in generale. Non è detto neanche che sia vivo, non è detto che sia umano, ma c’è.

    • Sai una cosa?! ne avevo il dubbio anch’io ma ho letto su libri e nella rete entrambe le possibilità ed ho scelto di adottare quella di wikipedia 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...