Relax

Riprendo il concetto di “tempo” espresso da Marco pochi post fa: ci vuole il tempo che ci vuole

Vedo sempre più gente con problemi alla cervicale. Lungi da me ergermi a essere dottore, però noto spesso come il rimedio ricercato sia sempre di natura esterna:  il massaggio, la visita medica o la pillola. Mai ci si ferma ad ascoltare il proprio corpo che ci comunica la voglia di rilassarsi, come fa la simpatica leonessa nella foto qui sotto.


E allora faccio un esempio su me stesso. Sei anni fa scivolando su un pavimento bagnato ho sbattuto la testa. Pronto soccorso. Colpo di frusta. Collare. Mi sembra un percorso molto comune.

Da quando ho tolto il collare ho iniziato a soffrire di dolori lancinanti al trapezio e al collo, soprattutto nei periodi di forte stress. All’epoca provai di tutto: massaggio ayurvedico, antidolorifici, ionoforesi ecc. Non c’era molto da fare, dopo un tot di tempo il dolore ritornava.

Quando ho iniziato a praticare Tai Chi il dolore si è molto attenuato, per due motivi principali:
1- nel Pa Tuan Chin, l’esercizio QI Gong che eseguiamo a inizio lezione per riscaldarci, ci sono numerosi esercizi in cui sono coinvolti i muscoli del collo;
2- il Tai Chi è anche un ottimo metodo per rilassare il proprio corpo.

E’ stato però verso marzo di quest’anno, quando mi sono affacciato alla pratica meditativa, che il dolore è scomparso completamente. Dedicare ogni sera del tempo a sè stessi, applicando i principi della respirazione diaframmatica profonda, rilassando tutto il proprio corpo,  mi ha portato ad eliminare completamente la contrattura alla base del collo e al trapezio. Casualmente dall’epoca non ho più neanche un raffraddore o mal di gola.

Ora, io non voglio dire che quello che va bene per me deve andare bene per forza per tutti, però troppo spesso vedo gente che per la contingenza del quotidiano, per rincorrere figli e lavoro o per mille altri motivi non dedica neanche un momento della giornata a rilassarsi. Non li colpevolizzo, però non mi sembra saggio spender soldi in pillole, dottoroni e massaggi, quando con la sola respirazione si riesce a star meglio. Rischierei di divagare cercando le cause di questa corsa all’acquisto di beni e servizi per la salute, che fanno molto male al portafogli e poco bene a sé stessi. Questa però è un’altra scusa esterna, mentre secondo me le risposte sono tutte dentro di noi.

Ricordiamoci infine che il modo più semplice e diretto per arrivare a sentire il Chi, è proprio il rilassamento di tutti i muscoli e le articolazioni. L’indurimento e la contrazione impediscono la libera circolazione dell’energia dentro di noi. Per i praticanti di Tai Chi e Chi Gong, ma allargherei a tutti gli artisti marziali, la decontrazione muscolare è uno dei fattori essenziali della pratica.

A conclusione, il consiglio dal mio piccolo è: imparate ad ascoltarvi e rilassatevi. Spero di non essere stato troppo fricchettone e di aver inserito il tarlo del dubbio nella mente di coloro che corron dietro all’ultimo ritrovato miracoloso che la moda propone.

Annunci

2 risposte a “Relax

  1. Ci conosciamo già, e lascio un commento come mi hai invitato a fare: condivido appieno la tua visione della società troppo occupata a fare cose inutili o portata dal contesto sociale a farle. Sono costantemente testimone dell’accanimento insensato verso i medicinali. Per fortuna esistono ancora persone come te che non si fanno influenzare da scorretti messaggi (mediatici e non) e ragionano con la propria testa. Ho praticato karate per parecchi anni, anche se durante la pratica ho subito gravi interventi chirurgici, non ne ho mai sofferto, anzi il karate mi ha aiutato a non atrofizzare determinati muscoli e ad usare il ki nonostante la mia gracilità, così ne ho solo giovato. In questo modo sono stato meglio sia fisicamente che interiormente, invece le sole terapie e farmaci mi avrebbero portato un grande stress.

  2. Grazie Fabio per il tuo commento. La nostra visione di arti marziali è proprio allineata. Spero sia il primo di tanti commenti. Se ti è più comodo, puoi seguire via mail i nuovi posts col il modulo follower nella zona sinistra del blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...