Allenamento mattutino per le vacanze

Vacanze periodo di relax? Sì e no. Il dolce far nulla di sicuro non aiuta a ripartire con la giusta carica, in più irrigidisce troppo il corpo. Perciò ho deciso di metter giù un piano di esercizi, non troppi, da fare ogni mattina.
La fonte d’ispirazione primaria è stata il libro “Analisi approfondita del Chin Na dello Shaolin” di Yang Jwing-Ming, che sto tuttora leggendo con sommo interesse.
In particolare, il capitolo 2 si concentra sull’allenamento per fortificare i muscoli e gli arti che si usano nelle leve articolari: perciò dita, polsi e braccia.
Facciamo un passo indietro, cos’è il Chin Na? Le due parole che formano la fraseologia sono Chin, che vuol dire “afferrare”, e Na che vuol dire “tenere”. Perciò il significato può essere afferrare e controllare l’avversario. Penso sia la summa dell’arte difensiva del Tai Chi. Non mi dilungo troppo primo perchè non posseggo la materia, secondo perchè lo scopo del post è un altro.

Dicevamo dell’allenamento.
Ho calcolato una durata massima di mezz’ora, che non è tantissimo. Questo mi permetterà di essere regolare: poco ogni giorno è meglio di tanto una tantum.
Il primo esercizio è l’apertura e chiusura veloce delle mani. Il dottor Yang consiglia 180 chiusure in 30″. Io per ora arrivo a 140 di fila. Piano piano l’obiettivo è arrivare a quella cifra.
Il secondo esercizio è afferrare a vuoto incrociando le braccia. In questo esercizio si espira chiudendo le mani e incrociandole davanti al petto per poi inspirare separandole e riaprendole. 50 ripetizioni.
Il terzo esercizio sono le torsioni dei polsi: 20 volte all’esterno, 20 volte all’interno, 20 su e 20 giù.
In tutti questi esercizi è molto importante la concentrazione e la visualizzazione del chi nelle mani.
Per il 4° esercizio mi metto in posizione per i piegamenti sulle braccia con i gomiti stretti. Resto 20 secondi fermo e poi mi sposto con mani e piedi nelle 4 direzioni per 20 volte.
Infine eseguo la forma del taichi, con particolare attenzione alla visualizzazione mentale dell’avversario durante tutta l’esecuzione.
Per la sera non ho ancora pensato a niente. Presumo che eseguirò un po’ di stretching e la forma del TaiChi, concentrandomi sul rilassamento totale dei muscoli.
Se volete approfondire l’argomento del Chin Na, la cosa migliore è chiedere al vostro maestro, il libro succitato può essere comunque un valido compendio per lo studio a casa.
Qui sotto un interessante e folkloristico video sui chin na:


Invece ecco un bel video del dott. Yang Jwing-Ming tratto proprio dal libro sui Chin Na

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...