…sí che ‘l piè fermo sempre era ‘l piú basso.


In questi miei primi anni di pratica mi è spesso capitato che, nel capire un concetto e saperlo mettere in pratica durante lo svolgimento della forma di tai chi, perdessi per strada qualche cosa. L’immagine che mi è tornata alla mente è quella di Dante che cerca di salire sul colle ma per ogni passo avanti scivola più in basso.

Ebbene fin’ora ho catalogato i miei allenamenti in due categorie: quelli in cui sento di aver fatto tutto bene, quelli che sento di aver sbagliato tutto. Il primo gruppo in realtà è una trappola: quando pensi di aver svolto al tuo meglio l’esercizio, lì si insidia il vizio, il difetto della forma che non viene notato. Quando invece ti accorgi di sbagliare, è la cosa più positiva che ci sia, perchè è la base per migliorarsi. Per fortuna c’è il maestro ti che corregge!

E’ così che durante la lezione di ieri, in cui pensavo di aver praticato proprio un buon Lu di taichi, ecco che il maestro sbotta dicendo che stiamo perdendo alcune basi, che abbiamo preso dei vizi e che quando pensiamo di aver capito tutto, bisogna fermarsi e ricominciare da capo. Eh, è proprio vero!

La conta dei passi di Dante è un passo avanti e due indietro, se però i due passi indietro li riconosci e ti impegni a risolverli, sono altri due passi avanti e si riesce ad avanzare. Bisogna tener presente però che il cammino dell’arte marziale si inizia e non finisce mai. E’ un cammino di perfezionamento e di ricerca interiore che dura tutta la vita. La cima del colle non la vedremo mai ma il divertimento e la bellezza della salita saranno nel viaggio stesso, passo dopo passo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...